22 Marzo 2017
Massimiliano Magli
Voto medio:
0
“Sul fiume è di nuovo primavera”, così recita il volantino che ha annunciato una serie di manifestazioni del 20 e 21 Marzo scorso. Manifestazione che si è svolta lungo il tratto di fiume che costeggia il Parco Metelli. Questa circostanza mi stimola a raccontare la storia di questa striscia di... + continua
21 Marzo 2017
mavi
Voto medio:
0
Il Gruppo di Gussago dell’Associazione Nazionale Alpini lo scorso febbraio ha rinnovato il proprio Consiglio Direttivo che rimarrà in carica tre anni. Quello che è stato stabilito nei giorni scorsi, quindi sarà il direttivo che resterà in carica fino al 2019. La massima carica del gruppo è stata... + continua
21 Marzo 2017
mavi
Voto medio:
0
L’ultima occasione per gli iseani di affermare  ed un  po’ nostalgicamente rimpiangere “l’iseanità”, per alcuni ormai scomparsa, è stata la apertura - ricordo all’Arsenale  della mostra di opere significative dello scomparso Franco Fava, uno tra i più grandi poeti dialettali di... + continua
21 Marzo 2017
mavi
Voto medio:
0
Mamma Giulia era nata nel 1894, sposata Rottigni nel 1920 era rimasta vedova 13 anni dopo. Dote ereditaria 3 figlie: Alpenice (1921), Adelina (1922) e Isabella (1923). Avevano casa al civico 13 in via S. Stefano. Condizione sociale: nullatenenti se non dignità e serietà. Con siffatto bagaglio... + continua
21 Marzo 2017
mavi
Voto medio:
0
Una serata dedicata alla musica e allo sport, quella organizzata da Renato Vavassori per il primo dei numerosi eventi che celebrano il XXV° anniversario della sua Accademia Tennis. Per celebrarlo, il Patron Renato Vavassori, ha pensato, dunque, ad una serie di eventi che sono partiti lo scorso 25... + continua

Home Page

In evidenza

Oggi è il Parco Metelli, alle spalle storia e storia

Mercoledì, 22/03/17
“Sul fiume è di nuovo primavera”, così recita il volantino che ha annunciato una serie di manifestazioni del 20 e 21 Marzo scorso. Manifestazione che si è svolta lungo il tratto di fiume che costeggia il Parco Metelli. Questa circostanza mi stimola a raccontare la storia di questa striscia di terra “Il Pratolongone”, che dal “mulì dei pilù” (... + continua

Angelo Belleri riconfermato capogruppo, Mario Cellini premiato

Martedì, 21/03/17
Il Gruppo di Gussago dell’Associazione Nazionale Alpini lo scorso febbraio ha rinnovato il proprio Consiglio Direttivo che rimarrà in carica tre anni. Quello che è stato stabilito nei giorni scorsi, quindi sarà il direttivo che resterà in carica fino al 2019. La massima carica del gruppo è stata riassegnata proprio al capogruppo uscente, Angelo... + continua
Martedì, 21/03/17
L’ultima occasione per gli iseani di affermare  ed un  po’ nostalgicamente rimpiangere “l’iseanità”, per alcuni ormai scomparsa, è stata la apertura - ricordo all’Arsenale  della mostra di opere significative dello scomparso Franco Fava, uno tra i più grandi poeti dialettali di Brescia e fotografo raffinato di persone e luoghi di... + continua

I gioielli perduti di mamma Giulia

Martedì, 21/03/17
Mamma Giulia era nata nel 1894, sposata Rottigni nel 1920 era rimasta vedova 13 anni dopo. Dote ereditaria 3 figlie: Alpenice (1921), Adelina (1922) e Isabella (1923). Avevano casa al civico 13 in via S. Stefano. Condizione sociale: nullatenenti se non dignità e serietà. Con siffatto bagaglio riuscì a portare in età adulta le ragazze invero... + continua

Tra gli ospiti Johnny O’Neal Trio e Roberto Boninsegna

Martedì, 21/03/17
Una serata dedicata alla musica e allo sport, quella organizzata da Renato Vavassori per il primo dei numerosi eventi che celebrano il XXV° anniversario della sua Accademia Tennis. Per celebrarlo, il Patron Renato Vavassori, ha pensato, dunque, ad una serie di eventi che sono partiti lo scorso 25 febbraio con il Jazz&Racquet Project. Giunto... + continua

Luzzi racconta la malattia e la forza dell’amore

Martedì, 21/03/17
Aurora, benvenuta con “Le intermittenze dell’amore”. In questo  tuo secondo libro di racconti, si nota un aspetto inedito. Ne vuoi parlare? Il libro nasce in quel momento ancora debole della mia malattia. E’ dedicato “A tutte le donne che ho incontrato in Ginecologia chemioterapica”, donne strappate alla loro vita. Donne non tutelate in... + continua
Giovedì, 16/03/17
La denuncia arriva da diversi pescatori di Clusane, Paratico e Sarnico. “Il lago è avvelenato, forse da un fungo, forse da veleni di provenienza umana. I pescatori hanno contattato il nostro giornale per denunciare l’accaduto. “Abbiamo chiesto anche alla Forestale di intervenire - spiega Luca Storchi - ma non è intervenuta non avendo a... + continua

Under Brescia

Angelo Belleri riconfermato capogruppo, Mario Cellini premiato

Martedì, 21/03/17
Il Gruppo di Gussago dell’Associazione Nazionale Alpini lo scorso febbraio ha rinnovato il proprio Consiglio Direttivo che rimarrà in carica tre anni. Quello che è stato stabilito nei giorni scorsi,... + continua

Chiari

Luzzi racconta la malattia e la forza dell’amore

Martedì, 21/03/17
Aurora, benvenuta con “Le intermittenze dell’amore”. In questo  tuo secondo libro di racconti, si nota un aspetto inedito. Ne vuoi parlare? Il libro nasce in quel momento ancora debole della... + continua

Iseo e Sebino

Martedì, 21/03/17
L’ultima occasione per gli iseani di affermare  ed un  po’ nostalgicamente rimpiangere “l’iseanità”, per alcuni ormai scomparsa, è stata la apertura - ricordo all’Arsenale  della... + continua

Palazzolo s/O

Oggi è il Parco Metelli, alle spalle storia e storia

Mercoledì, 22/03/17
“Sul fiume è di nuovo primavera”, così recita il volantino che ha annunciato una serie di manifestazioni del 20 e 21 Marzo scorso. Manifestazione che si è svolta lungo il tratto di fiume che... + continua

Rovato

I gioielli perduti di mamma Giulia

Martedì, 21/03/17
Mamma Giulia era nata nel 1894, sposata Rottigni nel 1920 era rimasta vedova 13 anni dopo. Dote ereditaria 3 figlie: Alpenice (1921), Adelina (1922) e Isabella (1923). Avevano casa al civico 13 in... + continua

Dal sito di Libri&Giornali

Si è spento a 70 anni Luciano Metelli

Martedì, 03/01/17 - 0 commenti
Si è spento con la fine dell'anno il re dei trebbiatori. A 70 anni Luciano Metelli, di Castelcovati, ha consegnato il 2017 ai suoi figli, Anacleto e Roberto, lasciando loro oltre cinquant'anni di... + continua
22
Mar
2017
Ritratto di Massimiliano Magli

La striscia fluviale detta Pratolongone

Oggi è il Parco Metelli, alle spalle storia e storia

“Sul fiume è di nuovo primavera”, così recita il volantino che ha annunciato una serie di manifestazioni del 20 e 21 Marzo scorso. Manifestazione che si è svolta lungo il tratto di fiume che costeggia il Parco Metelli.

Leggi tutto
21
Mar
2017
Ritratto di mavi

Alpini: si rinnova il consiglio direttivo

Angelo Belleri riconfermato capogruppo, Mario Cellini premiato

Il Gruppo di Gussago dell’Associazione Nazionale Alpini lo scorso febbraio ha rinnovato il proprio Consiglio Direttivo che rimarrà in carica tre anni. Quello che è stato stabilito nei giorni scorsi, quindi sarà il direttivo che resterà in carica fino al 2019.
La massima carica del gruppo è stata riassegnata proprio al capogruppo uscente, Angelo Belleri che al termine di questo mandato avrà raggiunto i 30 anni da capogruppo. Gian Battista Torcoli è stato invece designato come vice ed affiancherà quindi Belleri nella “guida” del Gruppo gussaghese.
L’assembleaè stata anche un’ottima occasione per il conferimento di un importante riconoscimento.
Infatti, nel corso della definizione del direttivo, il consigliere Belleri ha premiato Mario Cellini, artigliere e alpino del Gruppo Vestone, per l’attività svolta nel servizio di protezione civile.

Leggi tutto
21
Mar
2017
Ritratto di mavi

Iseanità e filastrocche

L’ultima occasione per gli iseani di affermare  ed un  po’ nostalgicamente rimpiangere “l’iseanità”, per alcuni ormai scomparsa, è stata la apertura - ricordo all’Arsenale  della mostra di opere significative dello scomparso Franco Fava, uno tra i più grandi poeti dialettali di Brescia e fotografo raffinato di persone e luoghi di Iseo e dintorni.
Al momento dell’inaugurazione, tra i molti  iseani  presenti  si sono scambiati i ricordi del novecento, con il richiamo in dialetto di altri personaggi, spesso ricordati in filastrocche che riproduciamo con convinzione e nostalgia, per lasciare una traccia dell’ambiente e dei costumi di allora ad Iseo.

“BIGIO DE PINCIO”

Leggi tutto
21
Mar
2017
Ritratto di mavi

Contrada di S. Stefano

I gioielli perduti di mamma Giulia

Mamma Giulia era nata nel 1894, sposata Rottigni nel 1920 era rimasta vedova 13 anni dopo. Dote ereditaria 3 figlie: Alpenice (1921), Adelina (1922) e Isabella (1923).
Avevano casa al civico 13 in via S. Stefano.
Condizione sociale: nullatenenti se non dignità e serietà.
Con siffatto bagaglio riuscì a portare in età adulta le ragazze invero molto belle e eleganti nella semplicità. Erano i suoi gioielli, così come mamma Cornelia Fracchi, la nobile romana ebbe a presentare i suoi figli.
Serie, compiute erano ammirate e, perché no, invidiate stante la serietà e la riservatezza che ancor di più era nell’Alpenice dai lunghi neri capelli.
L’incantesimo tragicamente si spezza, inaspettatamente, quando proprio l’Alpenice nel volgere di breve termine nell’agosto del 1942 morì.
Era ancora nel 21° anno di età.
Disperazione di mamma Giulia e delle sorelle.
Inutile raccontare di più.

Leggi tutto
21
Mar
2017
Ritratto di mavi

Jazz&Racquet Project alla Vavassori Academy

Tra gli ospiti Johnny O’Neal Trio e Roberto Boninsegna

Una serata dedicata alla musica e allo sport, quella organizzata da Renato Vavassori per il primo dei numerosi eventi che celebrano il XXV° anniversario della sua Accademia Tennis.
Per celebrarlo, il Patron Renato Vavassori, ha pensato, dunque, ad una serie di eventi che sono partiti lo scorso 25 febbraio con il Jazz&Racquet Project. Giunto alla sua 6a stagione, e curato dalla direttrice artistica Joyce E. Yuille, il Jazz&Racquet Project ha ospitato Johnny O’Neal Trio che, direttamente da New York, ha allietato gli oltre 100 ospiti della serata.
Considerato una delle icone del pianismo jazz americano e conteso dai più importanti club musicali d’oltreoceano, Johnny O’Neal ha accompagnato gli ospiti in un viaggio lungo le atmosfere più intime del jazz newyorchese con un tocco di blues e swing in perfetto stile con la tradizione più classica.

Leggi tutto
21
Mar
2017
Ritratto di mavi

Il libro di Aurora, tra sofferenza e clarensità

Luzzi racconta la malattia e la forza dell’amore

Aurora, benvenuta con “Le intermittenze dell’amore”. In questo  tuo secondo libro di racconti, si nota un aspetto inedito. Ne vuoi parlare?

Il libro nasce in quel momento ancora debole della mia malattia. E’ dedicato “A tutte le donne che ho incontrato in Ginecologia chemioterapica”, donne strappate alla loro vita. Donne non tutelate in maniera sufficiente dalla  legislazione. Diventa un grande problema anche andare in ospedale per la cura, se non hai nessuno che ti può accompagnare.

Quindi, la scrittura come una forma di terapia

Leggi tutto
16
Mar
2017
Ritratto di mavi

Pesci morti nel Basso Lago

La denuncia arriva da diversi pescatori di Clusane, Paratico e Sarnico. “Il lago è avvelenato, forse da un fungo, forse da veleni di provenienza umana. I pescatori hanno contattato il nostro giornale per denunciare l’accaduto. “Abbiamo chiesto anche alla Forestale di intervenire - spiega Luca Storchi - ma non è intervenuta non avendo a disposizione barche sul lago. Su Facebook l’utente Nello Pike ha postato video sconcertanti della moria, con le anatre che banchettano con i pesci e che rischiano di restarne ugualmente contaminate”. Si attendono risposte da Arpa e Asl: ad oggi le condizioni del lago restano a dir poco preoccupanti... e non è la prima volta.

Leggi tutto
16
Mar
2017
Ritratto di mavi

Giù l’Irpef e reintrodotto il Cosap

Polemiche in Consiglio comunale

Seduta consiliare calda, quella del 6 febbraio scorso a Castel Mella con maggioranza e minoranza che non si sono risparmiati battute al veleno.
A dare fuoco alle polveri la decisione dell’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Giorgio Guarneri di reintrodurre il Cosap, canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche, deliberata durante il Consiglio comunale che si è tenuto ad inizio febbraio.
Nella seduta, in cui è stato presentato anche il piano delle opere fino al 2019, è stata approvata la reintroduzione del canone che era stato cancellato, per i soli residenti, proprio dalla giunta Guarneri al momento del suo insediamento, nel giugno del 2016, eseguendo subito uno dei punti del suo programma elettorale.

Leggi tutto
16
Mar
2017
Ritratto di mavi

Bocciodromo in riapertura

Affidato all’Asd River Basket

Era l’aprile del 2016 quando il gestore, che per quasi 15 anni lo aveva condotto, alzò bandiera bianca e decise di chiudere i battenti dello storico bocciodromo di via Lonato, aperto a meta degli anni ‘80 come primo passo per la creazione del centro sportivo che oggi ospita basket, calcio, tennis e pallavolo. Una decisione che il gestore giustificò con la difficoltà, cresciuta negli ultimi due anni, a far fronte all’affitto e alle spese di gestione. L’addio aveva lasciato la struttura in condizioni pessime, con il gestore che aveva portato via dall’interno della struttura tutto ciò che era di sua pertinenza. Da quel momento l’Amministrazione comunale si è data fare per trovare una soluzione, leggasi bando per trovare un nuovo gestore, e ha messo mano al portafoglio investendo circa 80 mila euro per l’ammodernamento dell’impianto di illuminazione e di riscaldamento, la dotazione di aria condizionata e rifacimento dei servizi igienici.

Leggi tutto
16
Mar
2017
Ritratto di mavi

Emigranti 1956

Ci sono tante strade, larghe e asfaltate ripide e strette, ognuna ha il suo cammino tracciato, scelsi la mia per necessità. A diciotto anni partii per la Svizzera, a questa età la vita è ancora intera, tutto è da scoprire, il futuro un’opportunità. Era inverno, camminavo verso la stazione la valigia in mano, non temevo il freddo o il vento che mi sferzava il viso, un solo pensiero mi accompagnava sarei tornata in questa mia terra amata. Il treno si allontanava sbuffando, la torre del mio paese si faceva sempre più piccola, un nodo mi stringeva la gola mentre lasciavo amicizie e casa. Cosa mi aspettava? Il confine era vicino, quanta neve vedevo dal finestrino «Cadono i fiocchi di neve, scendono silenziosi ad ammantare il mondo, se solo il destino umano fosse altrettanto bello e pacifico»
la neve mi ricorda sempre i sogni di bambina ad occhi aperti, sono entrambi effimeri. Passaporto signorina, fu l’ultima parola in italiano che sentii quella mattina.

Leggi tutto

Pagine