"Ai nuovi amministratori: ora tocca a voi meritarvi la città"

Ritratto di Redazione

Caro Direttore,
  Chiari ha un passato ricco di storia vicende e personaggi di grande levatura culturale morale e artistica. Ma anche di famiglie e persone semplici che questa città, con il loro fare, amore, onestà, fatica e altruismo l’hanno presa per mano accompagnata fino ai giorni nostri. Non tutti hanno la parola facile. Lasciateli parlare, imparate ad ascoltarli.
Hanno qualcosa da dire e suggerire. Il buon professor Gigi Rocco, a noi studenti un po’ scapestrati d’allora, sempre pronti a prendere in giro il compagno di banco che faticava ad esprimersi ripeteva sempre: “ascoltate tutti, perché anche l’orologio fermo due volte al giorno si trova ad aver ragione”.
Quell’invito del saper ascoltare non è mai scaduto. Ora che l’urna ha scelto, i nuovi amministratori dovranno darsi da fare per cercare le chiavi nuove.
Chiavi capaci di aprire anche quei cassetti di clarensità a volte difficili da capire.
Ora tocca a Voi rintracciare le chiavi giuste. Poco importa se non saranno quelle in ferro arrugginite delle virtù dell’uomo che un’antica leggenda racconta siano state nascoste nella nostra secolare Torre Campanaria. Non perdete tempo a cercarle. Seppur simili nel significato, quelle del campanile appartengono al passato. Ora tocca a voi meritarvi la città.

Guerino Lorini
 

Vota l'articolo: 
Average: 4 (1 vote)