Chiari, torna l'incubo inseguimenti

Le forze dell'ordine inseguono banditi in via Elettra
Ritratto di Redazione

Torna drammatica l'emergenza ordine pubblico a Chiari. E questa volta le scene sono da autentico Far West come confermano alcuni residenti che ieri sera, poco prima delle 22, hanno assistito a un pauroso inseguimento. Tutto è cominciato in Brebemi, dove alcuni banditi sono saliti a bordo di un tir in sosta per poi ripartirvi a bordo per tagliare il telone di copertura e gettare refurtiva verso i complici che li seguivano in marcia. La Polizia stradale ha notato i banditi che di tutta risposta hanno preso a gettare sacchi di refurtiva contro la vettura. Per non creare problemi al traffico che seguiva la Polizia ha rallentato segnalando il problema, mentre i banditi si sono dati alla fuga salendo su una vettura dei complici, una Chrysler Voyager.
La corsa è proseguita fuori Brebemi, a Chiari, in via Elettra. Stando a quanto detto dai residenti della zona (tra questi anche il consigliere comunale Gabriele Zotti) «sono stati uditi diversi colpi presumibilmente di arma da fuoco».
L'inseguimento ha visto coinvolta una vettura Chrysler tipo Voyager finita nei campi di via Elettra, la strada che collega la sp72 (via Roccafranca) con il villaggio Elettra. Siamo all'inizio della zona residenziale sud di Chiari.
L'inseguimento ha visto coinvolte pattuglie della Polizia Autostradale su Brebemi in servizio a Chiari. Non si conoscono per ora i dettagli dell'azione intrapresa dalle forze dell'ordine per contrastare i banditi che, al momento, paiono essersi dissolti lasciando la vettura tra i campi.
Sul posto è intervenuto anche un mezzo di manutenzione in servizio sulla A35 il che potrebbe far ipotizzare che tutto sia cominciato in autostrada o comunque nei pressi del casello, visto che siamo a 500 metri dall'ingresso di Chiari.
«Sembrava di assistere a una scena da Far West – ha scritto su Facebook Renato Lorini, che abita proprio a fianco della strada dove è uscita la vettura -. Ho visto tutto in diretta davanti casa mia. Sembrava di essere al cinema ma purtroppo era tutto vero. Robe da matti».
Questo il post di Lorini. Sul posto sono intervenuti anche alcuni volontari dell'Acsu, le pattuglie civiche della Lega Nord, che hanno confermato la presenza delle forze dell'ordine.
«Sono rientrato a casa in fretta e furia – commenta il consigliere Zotti – perché una vicina di casa era terrorizzata e mi aveva chiamato per aiutarla a chiudere la porta talmente era spaventata. Continuare a dire che Chiari è in linea con le statistiche criminose degli anni scorsi è una follia. Mi rivolgo al presidente del Consiglio Renzi, visto che qui i nostri appelli sono ignorati: o manda un potenziamento delle forze di polizia, o tra poco qui accadranno fatti ben peggiori. Tutto è accaduto peraltro in pieno centro a nemmeno cento metri dalla scuola media Toscanini».

 

Vota l'articolo: 
Non ci sono voti