Il Giornale di Chiari

19
Nov
2018
Ritratto di mavi

Medici di base, dopo Galli il nulla

In dieci anni troppi sostituti per il terzo medico del paese. Utenti furiosi

Roccafranca sulle barricate per quanto riguarda l'assistenza sanitaria del medico di base. Gli utenti del servizio ormai ne hanno le tasche piene e protestano apertamente sia con lettere all'Ats, la ex Asl, sia con sfoghi sui social network. 
Il motivo? Non hanno di fatto un servizio medico adeguato e consolidato. Il dramma di questi pazienti è legato alla turnazione continua e costante che ha visto il paese trovarsi dieci anni di vuoto assistenziale. Tutto è cominciato quando se n'è andato uno dei tre «angeli custode» dell'assistenza sanitaria di base. Era il 2009 quando si spegneva a 55 anni, dopo una lunghissima lotta contro un male terribile, il dottor Luciano Galli. Un uomo che meriterebbe una strada, una piazza, uno spazio dedicato a Roccafranca, perché esempio di come si combatte la malattia, di come la si calpesti, la si ignori, senza tuttavia ignorare le cure, impedendole però di impedirle il lavoro per i pazienti anche nei giorni più difficili. 

Leggi tutto
17
Nov
2018
Ritratto di Massimiliano Magli

Malore alla ditta Salvoni

Intervenuta la Croce Verde per un 43enne

Malore alla ditta Salvoni di Roccafranca. E' accaduto questa sera, verso le 19. L'incidente è avvenuto al piano superiore della ditta, dove vivono i custodi dell'azienda della famiglia Salvoni, specializzata nella produzione di sfarinati alimentari per bestiame, derivati da cibo non utilizzato, come pane secco, brioche ecc. 
A sentirsi male, il figlio dei custodi, D.B., 43 anni. I familiari hanno notato che non rispondeva alle solleccitazioni e hanno così chiamato il 112. Sul posto la Croce Verde di Orzinuovi. Il giovane ha ripreso conoscenza poco dopo. Le sue condizioni sono al vaglio dei sanitari. Il 43enne era in visita dai genitori e non avrebbe nulla a che fare con l'attività produttiva dell'azienda. 

Leggi tutto
17
Nov
2018
Ritratto di Massimiliano Magli

Clarense ucciso dal patrigno a fucilate

Alessandro non ce l'ha fatta. La madre, Renata Pighetti, si è salvata per un soffio

E' una storia terribile quella di Alessandro Pighetti, 31 anni di Chiari. Il suo papà non è al suo fianco, perché sua mamma, Renata Pighetti, pure clarense, è una ragazza madre. La mamma è la sua unica ancora. La segue, a fine anni '90, a Folgaria, comune trentino, dove trova l'affetto di un uomo, Massimo Toller. E' l'uomo che ucciderà suo figlio. Lo ha fatto venerdì sera, alle 19.30.
(VIDEO)

Guarda il videoLeggi tutto
16
Nov
2018
Ritratto di Massimiliano Magli

Acqua pubblica, alle Acli i motivi del sì

Con Don Scalmana e Marco Apostoli

Venerdì sera, le Acli di Chiari hanno accolto un incontro pubblico sul referendum consultivo di domenica sull'acqua come bene pubblico. A illustrare le ragioni del «sì» sono intervenuti Don Gabriele Scalmana, incaricato della Pastorale del Creato della Diocesi, e Marco Apostoli, del Comitato Referendario Acqua Pubblica Brescia. «Come per ogni referendum consultivo l'indicazione degli elettori sarà importante al di là dell'affluenza – ha spiegato Apostoli – ma invitiamo tutti ad andare a votare perché significa dare una forza ulteriore al messaggio nei confronti della politica. A questo si aggiunga l'indicazione perentoria del referendum abrogativo del 2011 che aveva detto chiaramente no a un'ipotesi di gestori privati nell'acqua».
(VIDEO)

Guarda il videoLeggi tutto
12
Nov
2018
Ritratto di Massimiliano Magli

Benvenuto al prevosto Gian Maria Fattorini

La città ha accolto il nuovo monsignore

Chiari ha accolto ieri, domenica 11 novembre, il nuovo parroco, monsignor Gian Maria Fattorini. Una grande accoglienza è stata organizzata dalla città, che ha salutato il nuovo sacerdote alle 15 in piazza Martiri della Libertà. Qui è intervenuto il sindaco Massimo Vizzardi per salutare il nuovo pastore, che sostituisce il parroco uscente (ha il titolo di prevosto e monsignore a Chiari) Rosario Verzeletti.
Il programma della festa di accoglienza è stato organizzata dalla parrocchia clarense ed è stato apprezzato da centinaia di fedeli che attendevano da tempo tale insediamento. Chiari è infatti la parrocchia più grande della nostra diocesi e il prevosto ha un importante ruolo di indirizzo importante su tutta la vita, non solo religiosa, ma anche civile della comunità.
Al termine delle celebrazioni si è svolta una performance degli sbandieratori e musici di Zeveto.

Leggi tutto
07
Nov
2018
Ritratto di Massimiliano Magli

La donna scomparsa è tornata a casa

Lieto fine dopo l'angoscia di ieri

Lieto lieto fine per la scomparsa della donna di Roccafranca che martedì mattina aveva fatto perdere le proprie tracce. La donna, di origini colombiane, di circa 40 anni, è stata ritrovata ieri mattina nella propria abitazione, nel centro storico del paese. Rintracciata dai familiari, la donna è stata accompagnata all'ospedale Civile di Brescia per accertamenti sulle sue condizioni di salute. A breve dovrebbe essere dimessa. La sua scomparsa ha tenuto con il fiato sospeso un'intera comunità, che ha visto per tutta la giornata di martedì impegnati mezzi dei vigili del fuoco e pattuglie di carabinieri e Polizia locale nel tentativo di rintracciare la donna.

Leggi tutto
06
Nov
2018
Ritratto di Massimiliano Magli

Scomparsa in paese

Ricerche da ore per una colombiana di 40 anni

Si tinge di giallo il caso di una 40enne la cui scomparsa è stata denunciata ieri mattina a Roccafranca. Fino a ieri sera era ignota la sorte della signora, di origini colombiane, che sarebbe stata vista gettarsi in mezzo alla campagna lasciando una vettura guidata da un'altra persona.
(VIDEO)
Il fatto è accaduto in via Francesca Nord, all'altezza del Lago Rocca, che i pompieri di Orzinuovi hanno ispezionato per scongiurare le ipotesi peggiori.
(IMMAGINI)
Al loro fianco i carabinieri di Rudiano e la Polizia Locale.

Guarda il videoLeggi tutto
06
Nov
2018
Ritratto di Massimiliano Magli

Addio al consigliere comunale Roberta Ferrari

Si è spenta improvvisamente questa mattina

Terribile risveglio per Roccafranca che questa mattina ha perso la consigliere comunale Roberta Ferrari, 54 anni. Il paese perde una grande figura di generosità e impegno per la comunità. La donna verso le 8 è stata colpita da arresto cardiocircolatorio e non ha più ripreso conoscenza. A ritrovarla ormai priva di sensi è stata la figlia Alice, compagna di una vita, visto che della mamma era un'«ombra», tanto le era legata. Era facile vederle in paese per un caffè a parlare dei progetti sociali in cui erano entrambe impegnate.

(IMMAGINI) 

Leggi tutto
02
Nov
2018
Ritratto di mavi

Una simulazione nel Parco dell’Oglio

Due giornate per affinare le tecniche di soccorso nel Parco dell’Oglio. 
E’ accaduto il 27 e 28 ottobre ad opera del Dos (Direttore operazioni spegnimento) coordinato dal roccafranchese Dario Paneroni. Il progetto ha visto una serie di simulazioni di emergenza per quanto riguarda diversi aspetti: dall’incendio al recupero di persone, come pure iniziative per consentire l’approvvigionamento idrico in condizioni di emergenza. 
Il tutto con l’intento di garantire la tutela del territorio parchivo, anche a fronte dell’emergenza incendi che ha riguardato il parco nei giorni scorsi. 
Le operazioni hanno visto la collaborazione del Parco dell’Oglio e dei volontari di Pontoglio con la loro idrovora che ha fornito i propri mezzi in aggiunta  a quelli del gruppo antincendio. Un’occasione per tutelare ulteriormente il nostro ambiente.

Leggi tutto
30
Ott
2018
Ritratto di Massimiliano Magli

Oglio fuori a Palazzolo e Pontoglio

Roccafranca e Rudiano osservati speciali

Resta alta l'allerta per il fiume Oglio, che ieri è esondato allagando il lavatoio della Rosta, le spiagge della Castrina e l'area sotto il ponte della tangenziale, accumulando detriti e vegetazione sulla destra. Si è allagata anche la centralissima piazza Roma per problemi idraulici degli scarichi a terra. Il fiume è uscito anche a Pontoglio sul lungo fiume.
(IMMAGINI)
A Roccafranca il Chiusone continua ad accogliere una massa d'acqua imponente e furiosa. Il livello, fortunatamente senza piogge, resta pressoché identico a quello di lunedì, e pertanto si teme possa alzarsi a fronte delle acque in arrivo da altri corsi affluenti e dai nevai che si sono formati con le copiose precipitazioni delle ore scorse. Magistrato del Po e Protezione civile sono pertanto in stato di allerta e sono già stati ripetuti anche ieri diversi sopralluoghi. Il Chiusone, con l'ansa che lo precede, e la cascina Magli sono i punti di rotta più pericolosi.
(VIDEO)

Guarda il videoLeggi tutto

Pagine

Abbonamento a RSS - Il Giornale di Chiari