Under Brescia

16
Nov
2018
Ritratto di mavi

Ginnastica artistica, le bresciane brillano a Cesenatico

Ancora grandi risultati per le nostre atlete

Le atlete bresciane si sono confermate ancora una volta tra le principali protagoniste del Campionato Nazionale Aics di ginnastica artistica che si è concluso domenica 4 novembre al “Palatenda Oasi” di Cesenatico. La spedizione della nostra provincia, composta dalle promettenti portacolori di Dafne, Gym Team Azzurra, Jump & Fly, Movida, Capriolese, Collebeato e Ghedi, ha saputo centrare risultati importanti e di indubbio prestigio sia nel Primo che nel Secondo Grado. Nonostante la presenza in terra romagnola delle migliori ginnaste del panorama italiano, ben decise a dare il massimo nella prestigiosa competizione tricolore, è così maturato un ricco bottino di medaglie (tra oro, argento e bronzo) in tutte le categorie che ha ribadito nel modo più bello le qualità delle nostre ginnaste e l’elevata caratura del movimento ginnico targato Brescia, confermandolo con pieno merito ai vertici in Italia.  

Leggi tutto
14
Nov
2018
Ritratto di Massimiliano Magli

Raccolta olive in nero: 47 mila euro di multa

Carabinieri in azione a Desenzano

Il Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Brescia in collaborazione con l’Arma Territoriale delle Compagnia Carabinieri di Salò, Desenzano, dall’inizio di ottobre ad oggi ha effettuato oltre 28 ispezioni nei confronti di aziende della provincia di Brescia, ponendo maggior attenzione al contrasto del fenomeno del “caporalato” soprattutto verificando la regolare assunzione della mano d’opera impiegata nella raccolta dell’uva e, nelle ultime settimane, delle olive.

Leggi tutto
13
Nov
2018
Ritratto di Massimiliano Magli

Folgorato mentre pota i pini

Operaio in fin di vita

Tragedia in via Tirandi a Brescia questa mattina. Per lavori di potatura ad alcuni pini, un operaio è rimasto folgorato per aver toccato con il cestello elevatore i cavi dell'alta tensione. E' accaduto verso le 10. L'uomo è rimasto in fin di vita per alcuni minuti sul cestello dell'elevatore che aveva preso fiamme. Sul posto sono intervenuti i sanitari del Civile di Brescia. L'uomo, 40enne, ha riportato ustioni di primo e secondo grado a buona parte del corpo.
L'uomo, che non ha mai perso conoscenza, rischia la vita.

Leggi tutto
17
Ott
2018
Ritratto di Massimiliano Magli

“The floating rùt” ad Orzi

Una passerella di spazzatura per denunciare l’imbecillità dell’abbandono selvaggio

Una passerella di 150 metri è stata posta domenica 23 settembre nel bel mezzo di uno dei luoghi simbolo di Orzinuovi, la storica Piazza Vittorio Emanuele, con sopra la tonnellata di rifiuti che durante il pomeriggio di sabato tanti cittadini avevano raccolto ripulendo via Cesarina, la strada che conduce al cimitero, la zona industriale e la sponda dell’Oglio. 
Il lavoro dei volontari, almeno una cinquantina, ha permesso di liberare queste zone cittadine, per la loro posizione le più sfruttate dai “furbetti dell’abbandono”, da immondizia di ogni tipo, dalle bottiglie di plastica alle lattine, dai tappetti e dai telai di poltrone alle batterie delle auto, una panca da palestra e pneumatici di automobili. In tutto 60 sacchi di immondizia adagiati sulla passerella, con cartelli che riportavano lo slogan ”Se riconosci qualcosa di tuo, portalo a casa”. 

Leggi tutto
13
Ago
2018
Ritratto di Massimiliano Magli

Scendono le campane e si fa festa

Le squille messe in mostra per il campanile rimesso a nuovo

Festa delle campane a Barbariga, con il suggestivo intervento promosso dal Comune per rimettere a nuovo uno dei campanili del paese.
Il sindaco Giacomo Uccelli ha infatti voluto trasformare in una festa l'iniziativa finanziata dal Comune per smontare l'intero castello campanario della chiesa cimiteriale. Si tratta di un edificio sacro ma in carico al Comune e non alla curia e per questo motivo tutti gli oneri sono in carico al Comune.
Il suggestivo intervento ha visto lo smantellamento delle campane, abbassate al suolo grazie a una maxi autogru. Il tutto per consentire di intervenire sui marchingegni ammalorati e bisognosi di una manutenzione straordinaria. L'intervento è di alcune migliaia di euro (circa 5 mila tra smontaggio, riparazione e montaggio), ma l'attesa dei cittadini è grande, perché consentirà di far tornare a squillare le campane della torre cimiteriale.

Leggi tutto
31
Lug
2018
Ritratto di Massimiliano Magli

Inaugurato “Doable”

Il nuovo polo digitale di AB

A metà luglio ad Orzinuovi è stato inaugurato “Doable”, il nuovo polo per la digitalizzazione di AB, la multinazionale fondata nel 1981da Angelo Baronchelli e diventata un punto di riferimento a livello mondiale nei settori della cogenerazione e della valorizzazione energetica delle fonti rinnovabili, che oggi vanta 850 dipendenti. 
Per la società, che ha visto quadruplicarsi la sua capacità produttiva quadruplicata negli ultimi anni ed è presente con filiali dirette in Europa, Russia, Israele, Canada, Usa, Messico e Brasile, si tratta di un altro passo in avanti per mantenere la posizione di leader nel proprio settore a livello mondiale. 

Leggi tutto
24
Lug
2018
Ritratto di Massimiliano Magli

Nuova enorme ferita al territorio: parte il metanodotto

187 gli espropri da parte di Snam tra Chiari e Travagliato

Non c'è futuro per le energie rinnovabili almeno in Italia. E lo dimostra la paurosa serie di espropri prevista per un nuovo metanodotto tra Chiari e Travagliato. Sono 181 i proprietari espropriati ed evidentemente fa comodo disturbare tante proprietà in un'area così piccola, anziché ricorrere a investimenti su energie come l'elettrica rinnovabile, la geotermia, il basso consumo domestico e industriale.
Sono scaduti il 5 agosto le osservazioni per il nuovo metanodotto di Snam Rete Gas che interesserà i Comuni di Chiari, Castrezzato, Rovato, Lograto, Berlingo e Travagliato. Arriva infatti al dunque un'opera che dal 2005 era sulle carte dei Comuni e che più volte è parsa essere lasciata morire su quelle stesse carte.

Guarda il videoLeggi tutto
23
Mag
2018
Ritratto di Massimiliano Magli

Doremi Fest sbarca a Orzinuovi

Il 26 maggio e il 2 giugno all'House Dal Baffo

Il “Doremi Fest” nasce dall’esigenza di rendere sempre più protagonista la persona, il singolo elemento che, forte dei vari reality televisivi, si sente all’altezza di poter gareggiare e di poter vincere, magari di fronte ad un pubblico giudicante.
L’ebbrezza del partecipare non conosce sesso, età e classe sociale.
Studiato per essere spalmato in tre serate, prevede due semifinali ed una finale: le semifinali serviranno per scremare i cantanti che poi si affronteranno nella serata conclusiva.
Il “Doremi Fest” è l’unico festival canoro nazionale che dura un anno intero, forte delle sue 11 tappe tra Veneto (Rovigo, Padova, Venezia), Emilia Romagna (Ferrara)e da maggio, anche Lombardia!
I concorrenti saranno 20, suddivisi in 10 per semifinale. Passeranno alla finale in 12, ovvero 6 per tranche.
La giuria sarà composta da 3 elementi per semifinale, mai uguali.

Leggi tutto
14
Mag
2018
Ritratto di mavi

Il regista Bresciano Piavoli ricorda Olmi

«Eravamo amici, come lui con Rigoni Stern»

Ermanno Olmi ricordato da un collega quasi coetaneo, simile in quella scelta per la natura che canta e recita senza troppe voci e che fece la fortuna di Olmi, con «L'albero degli zoccoli». Franco Piavoli, classe 1933, regista bresciano, di Pozzolengo, ha due anni in meno del grande regista nato a Treviglio (Bergamo) e morto nella Asiago che adottò a fine anni Settanta. 
Cos'abbiamo perso con la scomparsa di Olmi? «Con lui se ne va un rappresentante della grande sensibilità registica e cinematografica italiana. Ha tradotto alla sala cinematografica e nelle case il 'quarto stato' della nostra italianità. L'attenzione per gli umili, per la civiltà contadina, per le tradizioni, per la sociologia: questo è stato Olmi per me. Ieri, ancora più che oggi, quando di crisi non se ne parlava, investire il proprio lavoro in storie di umili significava avere grande coraggio, non assecondare il capitalismo cinematografico, ma fare ricerca letteraria e sociale con la telecamera». 

Leggi tutto
13
Apr
2018
Ritratto di Massimiliano Magli

Orzinuovi, il gioco d'azzardo è un cancro

Incontro in Comune contro la droga spacciata dallo Stato: l'azzardo

Incontro a porte chiuse il 13 aprile tra alcune Amministrazioni della Bassa bresciana per discutere di un nuovo progetto contro il gioco d'azzardo. Padrone di casa il Comune di Orzinuovi il sindaco Andrea Ratti che ha chiesto la massima riservatezza agli amministratori presenti.
Da Roccafranca a Bagnolo Mella, il progetto intende porre rapide ed efficaci misure contro la ludopatia, con regolamenti che combattano questa piaga (solo a Orzinuovi in un anno sono stati 43 i milioni di euro giocati).
(IMMAGINI)
L'idea è quello di un regolamento condiviso che finisca per toccare fasce orarie di gioco, introdurre una pubblicistica tra i bar con ammonizioni più efficaci contro l'azzardo e attivare una serie di iniziative per valorizzare chi decide di togliere le proprie slot, da una riduzione di tariffe come la Tari, come una riduzione dei plateatici per chi invece continua a tenere questi mini casinò all'interno dei propri bar.

Guarda il videoLeggi tutto

Pagine

Abbonamento a RSS - Under Brescia