A settembre la riqualificazione dell'asilo nido Il Girasole

Costerà 750 mila euro finanziati con i fondi del PNRR e Conto Termico 2.0
Ritratto di roberto parolari

Partiranno a settembre i lavori di riqualificazione dell’asilo nido comunale Il Girasole, un intervento che avrà un costo complessivo di circa 750 mila euro e sarà finanziato con i fondi PNRR stanziati per gli asili nido e le scuole dell’infanzia e attingendo all’incentivo statale denominato Conto Termico 2.0, che cofinanzia gli interventi di abbattimento dei consumi energetici degli immobili pubblici.
«La riqualificazione dell’Asilo Nido Il Girasole è un importante progetto al quale stiamo lavorando in continuità dall’anno scorso – ha commentato il Sindaco Gianmarco Cossandi – e fa parte della più ampia opera di riqualificazione degli edifici scolastici e pubblici della nostra Città. Un progetto importante che ci permette di adeguare gli spazi e renderli più funzionali, per una richiesta più significativa di un servizio dedicato alla primissima infanzia. Ringrazio, come sempre, gli Uffici Lavori Pubblici, Patrimonio e Istruzione per il loro prezioso contributo, vista l’importanza dell’opera, le stringenti tempistiche imposte dal PNRR e la necessità di adeguare strutture alternative atte a garantire la continuità del servizio».
A realizzare l’opera per conto del Comune sarà l'impresa aggiudicataria, la Falar srl con sede a Borgosatollo, sotto la direzione dei lavori dell’ingegner Luigi Sigismondi della società di ingegneria Ennova srl di Palazzolo, già progettista delle opere. I lavori dureranno sei mesi e, come detto, partiranno a settembre per permettere la conclusione delle attività ancora in corso all'asilo nido, a cui seguirà il trasloco degli arredi e delle attrezzature nelle due sedi provvisorie che ospiteranno le attività durante la realizzazione dell'intervento, la Primaria San Giuseppe e l’Infanzia di Mura.
L'intervento che interesserà l'asilo nido prevede il miglioramento sismico della struttura e la riqualificazione energetica dell’intero immobile, mediante la formazione di un sistema a cappotto per l’isolamento termico delle facciate e della copertura, la sostituzione dei serramenti e l’installazione di un impianto fotovoltaico. A questi lavori si aggiungeranno alcuni interventi di miglioramento degli interni.

Vota l'articolo: 
Non ci sono voti