Addio a Don Giuseppe Verzeletti

85 anni, era presbitero a Chiari dal 2013. 22 anni parroco a Roccafranca
Ritratto di mavi

Tante comunità in lutto per la scomparsa del sacerdote don Giuseppe Verzeletti, residente a Chiari dal 2013.
Ieri verso mezzogiorno, il sacerdote 85enne si è spento all'ospedale di Chiari, dove si era ricoverato per un secondo intervento programmato in pochi mesi. 
Il ricovero era stato rinviato a causa dell'epidemia, ma il sacerdote pareva in condizioni non gravi. Complicazioni hanno costretto i sanitari al ricovero in terapia intensiva ma l'intervento di emergenza non è servito. La sua pastorale più importante è stata a Roccafranca dove ha operato per 22 anni dal 1991 al 2013, mentre da 7 anni abitava a Chiari, dove operava come presbitero collaboratore per la parrocchia locale.
Questa sera, alle 20, si svolgerà la messa di suffragio nella chiesa S. Maria, celebrata da don Angelo Gelmini: nella chiesa clarense è stato infatti sistemato il feretro. Domani, lunedì si svolgeranno i funerali in duomo a Chiari (a partire dalle 16) celebrati dal vicario vescovile monsignor Gaetano Fontana. Infine, sempre domani, in serata la salma sarà esposta nella chiesa di San Giuseppe a Rovato (da cui proveniva) per l'ultimo saluto. Infine la sepoltura nel cimitero rovatese di S. Andrea (condiviso con San Giuseppe). Don Giuseppe era stato ordinato nel 1963, era stato curato a Gambara e Bedizzole. Quindi gli impegni come parroco a S. Andrea di Rovato, Isorella (1986-1991) e Roccafranca. 
Aldo Magli, direttore dell'oratorio di Roccafranca, lo ricorda con i collaboratori Giovanni Toninelli e Settimo Plodari: «Se ne va un amico oltre che un bravo parroco. A Roccafranca ha realizzato il nuovo oratorio con cucine degne di un ristorante, ma anche il nuovo tetto della parrocchiale. La sua affabilità e voglia di stare insieme gli avevano procurato tanti amici anche fuori dal nostro Comune». 

 

Vota l'articolo: 
Non ci sono voti