Giornale della Lombardia

10
Ago
2020
Ritratto di Massimiliano Magli

La piattaforma Inbank in difficoltà

Diverse segnalazioni di mal funzionamento nella mattinata di lunedì

Mattina da incubo per molti correntisti che utilizzano la piattaforma Inbank per le banche on line. A essere interessate sono state per lo più banche ex crediti cooperativi o casse rurali, che hanno visto i propri clienti infuriati per il ko tecnico subito dal sistema di gestione a distanza dei propri conti. Per tutta la mattinata larga parte del servizio è funzionata a singhiozzo con cadute di linea, segnalazioni di off line e impossibilità a disporre pagamenti. Gli sportelli bancari contattati anche dalla nostra testata hanno segnalato una ripresa delle piene funzionalità nel pomeriggio. 

Leggi tutto
02
Ago
2020
Ritratto di Massimiliano Magli

Chiuso il passo Gavia

Frana e maltempo: chiusura inevitabile

La Sala operativa della Protezione Civile coordinata dall'assessore regionale Pietro Foroni comunica la chiusura della SP29 del Passo del Gavia sino a data da destinarsi, a causa di un evento franoso occorso in seguito alle forti piogge delle ore passate. "il Sindaco di Ponte di Legno - chiarisce la nota - ha confermato la delicata situazione del paese dopo il passaggio perturbato della scorsa notte: l'alveo del torrente e' ancora pieno di materiale franato. Il sindaco è sul posto con i tecnici dell'Ufficio Territoriale Regionale (UTR) per tentare di attuare delle misure di
contenimento in vista delle nuove precipitazioni previste nelle prossime ore. Conferma, ovviamente, la chiusura della SP29 del Gavia fino a data da destinarsi.

Leggi tutto
20
Lug
2020
Ritratto di Massimiliano Magli

Guardia medica, anche in Lombardia il numero unico europeo

Il 116.117 è attivo

E' attivo da oggi in tutta la Lombardia (fatta eccezione per Brescia che 'parte' lunedì prossimo) il numero unico europeo di continuità assistenziale (ex guardia medica) 116.117. Consente l'accesso ai servizi di cure mediche non urgenti e altri servizi sanitari e concorre alla gestione della domanda assistenziale a bassa intensità/priorità.
Il servizio, completamente gratuito, è attivo dalle 20 alle 8 nei giorni feriali e 24 ore su 24 nei festivi e prefestivi.
Il centralino mette in contatto l'utente con un operatore competente oppure con un medico per assicurare assistenza o consulenza sanitario.
Come funziona: dopo pochi secondi dalla chiamata (nel 75% dei casi sono sufficienti 2 o 3 squilli) "un operatore smista la richiesta a seconda della necessità richiesta e ne verifica l'effettiva presa in carico. Siamo molto orgogliosi di questo grande sforzo organizzativo di Areu che si conferma capofila in Italia nel settore dei bisogni dei cittadini".

Leggi tutto
19
Lug
2020
Ritratto di Massimiliano Magli

E' morta Giulia Maria Crespi, mamma del Fai

Aveva 97 anni: a 95 ha pronunciato il discorso dell'acqua attaccando industriali e multinazionali

Si è spenta questa mattina a 97 anni Giulia Maria Crespi. Era tra i fondatori del Fondo per l'ambiente italiano (Fai), nato nel 1975. Si è spenta a Merate, dove era nata nel 1923. Erede di facoltosi cotonieri, spese la sua vita per la cultura, rilevando negli anni Sessanta anche il Corriere della Sera, per poi lasciarlo nel 1974. Fu autrice della virata a sinistra del quotidiano di via Solferino, licenziando il direttore di allora, Giovanni Spadolini, per coinvolgere Piero Ottone. Nel 1974 vendette il Corriere alla famiglia Rizzoli e nel 1975 fondò il Fai, che l'ha vista fino all'ultimo presidentessa onoraria. 

Guarda il videoLeggi tutto
13
Lug
2020
Ritratto di roberto parolari

Infiltrazione della criminalità nel settore rifiuti

Eseguiti 5 arresti nell'ambito dell'operazione "Special Guest"

Si è conclusa con l’arresto di 5 persone, tutte accusate dei reati di estorsione ed emissione di fatture per operazioni inesistenti con l’aggravante dal metodo mafioso, l’operazione “Special Guest” portata a termine del GICO del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Milano e il NIPAAF Carabinieri Forestali di Milano. L’indagine, coordinata dal procuratore della Repubblica di Milano Francesco Greco, ha scoperto l’infiltrazione della criminalità organizzata nel settore della gestione dei rifiuti.

Guarda il videoLeggi tutto
13
Lug
2020
Ritratto di Massimiliano Magli

Foibe, la Slovenia onora i nostri caduti

Stretta di mano con Mattarella del presidente sloveno Pahor

Stretta di mano tra l'Italia e la Slovenia, mettendo per un giorno la pace sul dolore delle foibe. Una storia che ha alle spalle i regimi di Mussolini e del maresciallo Tito, con le foibe e i martiri dell'anti-fascismo. Un'inimicizia che nacque tra terre contese, identità negate e che negli anni è proseguita anche con la cancellazione dello Stato Jugoslavia, visto che i confini nazionali o nazionalistici, quelli, la storia li cancella con più fatica. 
L'incontro a Trieste di oggi tra il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e il capo dello Stato sloveno Borut Pahor è anche per questo un passo avanti importante. La loro stretta di mano non è la differenza, per quanto simbolica, ma a farla è la scelta di Pahor di rendere omaggio per la prima volta alle vittime italiane delle foibe.  

Leggi tutto
03
Lug
2020
Ritratto di roberto parolari

Polmoniti “sospette” prima dell’emergenza ad Alzano Lombardo

Le risposte dell’Ats di Bergamo sui 110 “Codici 486”

Con il “Codice 486” sono indicate nelle strutture ospedaliere le diagnosi di polmoniti da “agente non specificato”. Nell’ospedale di Alzano Lombardo tra il mese di novembre del 2019 e il mese di gennaio del 2020 sarebbero state registrate con questo codice 110 polmoniti, che ora sono materia di indagine da parte della Procura di Bergamo che sta lavorando all’inchiesta sulla gestione dell’emergenza sanitaria legata al Coronavirus nella provincia bergamasca. Quello che i Pm bergamaschi vogliono appurare è se il Covid-19 fosse presente nell’area della Val Seriana prima del 23 febbraio, quando all’ospedale di Alzano Lombardo i tamponi portarono ad individuare i primi due malati. Una possibilità che rinforzerebbe i dubbi sulla gestione dell’emergenza o almeno sul ritardo con cui sia stato dato l’allarme. Anche perché paragonando i dati del 2019 a quelli del 2018 si è registrato un aumento dei codici 486 del 30%: in dodici mesi si è passati da 196 casi a 256.

Leggi tutto
25
Giu
2020
Ritratto di Massimiliano Magli

Muore nel lago a 21 anni

Ivoriano si tuffa da pedalò e scompare. Ritrovato nel tardo pomeriggio

Doveva essere una giornata di gioia con gli amici, si è trasformata in una tragedia. Un 21enne della Costa d'Avorio, residente a Rezzato, si è tuffato nel pomeriggio da un pedalò e non è più riemerso. Le ricerche, dopo l'allarme degli amici, sono partite immediatamente e il giovane è stato trovato morto a 4 metri di profondità poco distante dal punto in cui si era tuffato. E' accaduto alla spiaggia Feltrinelli: le correnti avevano allontanato il giovane, il cui corpo è stato ritrovato dai vigili del fuoco sommazzatori aiutati dalla guardia costiera e dai volontari del Garda. 

Leggi tutto
25
Giu
2020
Ritratto di roberto parolari

Guardia di Finanza, conclusa l'operazione “Gold Fish”

Sequestrati beni per oltre 17 milioni di euro

I Finanzieri del Comando Provinciale di Milano hanno arrestato un noto imprenditore nel settore finanziario, operante nel Nord Italia, e hanno sequestrato beni per un valore superiore ai 17 milioni di euro. Inoltre è stata contestata la responsabilità amministrativa degli enti ad una società di consulenza coinvolta nell’attività illecita.

Guarda il videoLeggi tutto
23
Giu
2020
Ritratto di Massimiliano Magli

Djokovic positivo al Covid-19

Il referto è di queste ore

Sembravano immagini girate lo scorso anno invece erano agghiaccianti scene di un'incoscienza collettiva. All'Adria Tour (torneo che si gioca nei paesi della ex Jugoslavia), gli spalti erano gremiti di migliaia di persone e Djokovic dava il peggio di sé, infiammando gli spalti senza alcuna protezione comportamentale. Contatti ravvicinati con un bambino di 11 anni raccatapalle, che accarezzava e abbracciava dopo che gli aveva fatto punto. 
Il mio sguardo ha scandagliato il monitor per cercare la scritta che dichiarava l'evento come avvenuto prima del Covid. Macché! Intanto Djokovic aveva già annunciato di essere contrario al vaccino. 
Ora che è risultato positivo al Coronavirus, insieme alla moglie e ad altri tennisti, rischia di mettere in ginocchio il mondo del tennis per molte settimane, ma soprattutto, insieme agli spettatori assiepati sugli spalti, di aver contribuito a diffondere il virus che fa più paura della guerra mondiale. 

Leggi tutto

Pagine

Abbonamento a RSS - Giornale della Lombardia