Diventi arbitro? Gratis allo stadio per tutta la serie A, coppe comprese

Al via il corso della sezione di Chiari
Ritratto di Massimiliano Magli

Vuoi assistere a tutte le partite di serie A? Diventa arbitro. Scadenza da non perdere, quella di fine ottobre, per chi da grande sogna di fare l'arbitro. La sezione provinciale arbitri di Chiari ha infatti promosso il nuovo corso 2019 2020 e l'occasione è davvero ghiotta per giovani, e non solo, che vogliono intraprendere la carriera col fischietto tra le labbra.
Entro fine ottobre sarà possibile contattare la sede per partecipare al corso le cui date saranno fissate una volta chiuse le iscrizioni. Il corso è ad opera di una delle sezioni più prestigiose della Lombardia, riconosciuta ovviamente dalla Federazione Calcio e fondata nel 1951. Fabio Rosati, presidente sezionale, spiega quali sono i vantaggi per chi intraprendere questo corso: «Anzitutto abbiamo formatori di eccellenza – spiega – avendo 102 associati e arbitri che vanno dalla massima serie ai campionati minori. Voglio ricordare che il corso è completamente gratuito e chi porta a compimento gli studi avrà una muta ufficiale da arbitro, con relativi fischietto e taccuino. Ma soprattutto disporrà della tessera federale che gli consentirà di partecipare a tutte le partite di serie A anche come spettatore».
Inoltre ogni arbitro ha diritto a rimborsi spese da 30 a 110 euro per ogni partita arbitrata e, qualora fosse studente, vedrà trasformarsi in credito scolastico il corso frequentato.
La partecipazione è rivolta ad aspiranti dai 15 ai 35 anni.
Fondata nel 1951, la sezione clarense ha tra i suoi soci autentiche querce come l'89enne Tarcisio Mombelli (rovatese con dieci anni come guardalinee in serie A) e diversi talentuosi fischietti nemmeno maggiorenni.
Le lezioni, di circa due ore, si svolgono nella sede dell'associazione in via Santissima Trinità (civico 19/F). Al termine del ciclo di incontri (una dozzina) è previsto un esame teorico che sarà giudicato da una commissione mista. il superamento del quale darà la possibilità di dirigere le prime partite nel settore giovanile, sotto la guida di un tutor della Figc. Dirigendo un minimo di 15 gare stagionali, si ha inoltre diritto al credito formativo scolastico.
Informazioni al 328.8760474.

 

 

Vota l'articolo: 
Average: 5 (1 vote)