Ex Turla, completate le operazioni di bonifica

Con le risorse del GSE verrà finanziata una ciclopedonale su via Milano
Ritratto di roberto parolari

Con il placet di ARPA, sono state concluse le operazioni di bonifica e rimosso il serbatoio di gasolio rinvenuto nella zona dove sorgerà il più grande parcheggio della città, quello sull'area dell'ex Turla.
Non solo. Contestualmente è stata finanziata con le straordinarie risorse assegnate al Comune dal GSE anche la realizzazione del nuovo raccordo ciclopedonale che collegherà via Milano a via Maffoni e all’intero Centro Storico, risolvendo il notevole dislivello esistente tra le due vie cittadine che da sempre ha impedito questo collegamento diretto dai due sistemi fino ad oggi indipendenti e divisi dalla ex strada statale 11. Un’infrastruttura che amplierà l’offerta dedicata alla mobilità dolce e non inquinante della Città.
Prosegue quindi a passo spedito la realizzazione del nuovo grande parcheggio che sarà al servizio dell'intera collettività. Opere per le quali l’Amministrazione del Sindaco Massimo Vizzardi ha stanziato 490 mila euro (oltre IVA) e che si concluderanno indicativamente entro i prossimi mesi, grazie alle quali la Città potrà usufruire di poco meno di 200 nuovi stalli di sosta: utili tanto per la popolazione scolastica che gravita intorno al nuovo Polo delle Secondarie, ma anche al resto della cittadinanza.
Del resto, il problema dei parcheggi non è mai stato sottovalutato dall’Amministrazione Vizzardi, che in questi anni ha predisposto notevoli risorse per la riorganizzazione della sosta cittadina, così da decongestionare le aree critiche – tra cui anche il Centro Storico – e agevolare la circolazione, e di conseguenza la vivibilità, della Città.
Il potenziamento delle infrastrutture per la sosta porterà ad un numero di stalli nuovi superiore a quello degli stalli da sempre esistiti al servizio del Centro città. Un’azione davvero considerevole e senza confrontabili precedenti, a beneficio anche del tessuto micro commerciale e delle Botteghe Storiche del nucleo più antico della città.
«Anche in questo caso abbiamo agito in modo strategico - ha commentato il Sindaco Massimo Vizzardi -. Quella dei parcheggi è una ‘rivoluzione’ silenziosa e costante, ormai avviata e che proseguirà, in controcorrente con gli anni che ci hanno preceduto, per valorizzare la nostra Città».
«La ripresa dei lavori dopo la breve interruzione consente di portare a termine l’appalto sulle scuole che, oltre al rifacimento delle medie Toscanini come noto già concluso, prevede la demolizione del Turla e realizzazione di un nuovo hub-parking per la Città - ha commentato il Vice Sindaco e assessore alle Opere Pubbliche Maurizio Libretti -. Sarà un parcheggio con molto verde e attraversato da una pista ciclopedonale di collegamento tra via Milano e via Maffoni in prossimità della piazza Cortezzano. Un asset certamente strategico, insieme al recente nuovo grande parcheggio di via Lancini, per la viabilità generale della Città. Si pone così un punto fermo sul progetto complessivo di riordino degli stalli di sosta cittadini a cui presto si aggiungeranno più importanti novità già sul tavolo della Amministrazione».
«Questo nuovo parcheggio ed il collegamento ciclopedonale su via Milano sono un’opera importantissima - ha aggiunto l’assessore alle Politiche per il Centro Storico Domenico Codoni -. L’obiettivo principale è quello di rigenerare un’ampia area della quadra di Cortezzano, i cui effetti avranno ampie ripercussioni positive sull’intero Centro Storico. Con un’azione costante e continua l’Amministrazione comunale è stata in grado di creare nuovi servizi (siamo ormai a quasi 900 parcheggi nuovi o recuperati in poco meno di nove anni) a disposizione delle attività produttive, dei residenti e soprattutto per i clienti che amano il nostro Centro Storico».

Vota l'articolo: 
Non ci sono voti