Parte dall’Accademia Vavassori il festival Iseo Jazz

Il primo luglio il concerto con gli artisti Joyce Yuille e Enrico Intra
Ritratto di roberto parolari

Parte stasera dall’Accademia Tennis Vavassori di Palazzolo sull’Oglio l’edizione 2022 di Iseo Jazz, la manifestazione diventata in questi anni la vera e propria “casa del jazz italiano”, oltre che punto di riferimento nazionale con una visibilità internazionale, che si svolgerà dall’1 al 9 luglio. Un appuntamento, quello di stasera che rappresenta un momento importante sia per l’Accademia Vavassori che per Iseo Jazz, visto che entrambe quest’anno festeggiano il trentennale di attività. E lo fanno nel migliore dei modi siglando un gemellaggio che vedrà sul palco della prestigiosa struttura sportiva la testimonial della rassegna Jazz & Raquet (da anni organizzata dall’Accademia), la cantante afroamericana Joyce Yuille, e il testimonial musicale di Iseo jazz, il pianista e compositore Enrico Intra. Un concerto ad ingresso libero che prenderà il via alle 21, come tutte le serate di Iseo Jazz, e che presenta due situazioni speculari tra loro: da una parte Joyce Yuille, originaria di New York City, ma ormai italiana d’adozione, artista estroversa, dalla voce profondamente radicata nel blues e nel soul e dalla trascinante e coinvolgente verve ritmica e interpretativa, che con un eccellente e funzionale quartetto rivisiterà in chiave contemporanea grandi classici del songbook americano. Dall’altra c’è Enrico Intra, ottantasette anni e una carica da trentenne, uno dei grandi maestri del jazz europeo, che con il suo pianismo dal tocco stupefacente, unico, affronterà in prospettiva storica la canzone italiana, certo debitrice del mondo americano, ma pure portatrice di un personale e caratterizzante senso melodico. 
Nei suoi tre decenni di vita, la casa del jazz italiano ha tenuto a battesimo artisti che sarebbero poi diventati dei protagonisti della scena jazzistica nazionale, ha realizzato un numero rilevante di progetti speciali, commissionati direttamente ai musicisti, e nel suo insieme ha ospitato uno spaccato esaustivo di tendenze e progettualità di ogni genere, portando a Iseo un numero di musicisti che si avvicina sensibilmente al migliaio. Da oltre vent’anni è stato inoltre istituito il Premio Iseo Jazz alla carriera, consegnato a musicisti, operatori, studiosi, fotografi che hanno posto al centro la valorizzazione del patrimonio nazionale del jazz (quest’anno saranno Riccardo Brazzale tra i musicisti e Corrado Beldì, presidente di I-Jazz e direttore artistico di Novara Jazz, tra gli operatori, a riceverlo): un premio in cui troviamo riuniti i nomi di decine di personalità di primissimo piano del mondo musicale italiano.
L’edizione 2022 di Iseo Jazz continua a Palazzolo sull’Oglio il 2 luglio con il concerto, ancora una volta ospitato nella bellissima Casa della Musica, che ha quest’anno come tema il ricordo del pianista Alessandro Giachero, scomparso a 49 anni nell’ottobre del 2020. Pianista di larghe vedute, che aveva frequentato diverse strade del jazz contemporaneo, direttore didattico e docente di Siena Jazz, Giachero verrà omaggiato da un concerto con protagonista la Milano C-Jazz Band, nata dalla Civica Jazz Band di Enrico Intra, che eseguirà nove arrangiamenti di altrettante composizioni del compianto pianista realizzati da giovani musicisti, e che avrà tre vincitori scelti da una giuria selezionata. Prima della band, ma sempre legata alla figura di Giachero, ci sarà la performance del trio del chitarrista grossetano Fabrizio Bai, collega di Giachero a Siena Jazz, che presenterà parte delle musiche del suo ultimo album, Alto Mate, oltre a un arrangiamento di un brano del pianista scomparso e a una nuova composizione a lui dedicata.
Il 3 luglio Iseo Jazz si sposta a Sale Marasino alla bella Chiesa dei Disciplini. Ospite è il pianista Carlo Morena, la cui proposta è chiaramente evidenziata dal titolo del concerto, dal quale si evince che questo colto e raffinato pianista, che è stato docente in Germania, Spagna e Portogallo, si ispira al passato per ricostruirlo nel presente. 
La prima delle tre serate iseane del festival è in programma il 7 luglio sul meraviglioso sagrato della Pieve di sant’Andrea, spazio dalla perfetta acustica sul quale si specchiano ben tre chiese. Luogo storico del festival, piazza tra le più belle e suggestive del capoluogo del Sebino, ospiterà il piano solo di un musicista di valore mondiale come Enrico Pieranunzi.
La seconda serata iseana sarà ospitata al Lido di Sassabanek, luogo dove Iseo Jazz è nato e in cui ritorna tutti gli anni. Protagonista della serata sarà la Monday Orchestra guidata dal suo direttore e leader Luca Missiti, una delle nuove, importanti realtà del jazz italiano. Per questa occasione speciale del trentennale di Iseo jazz, la parte solistica verrà affidata a un ospite importante: il trombettista Fabio Morgera.    
L’edizione del trentennale di Iseo Jazz si chiude in uno spazio nuovo per il Festival quale il suggestivo Porto Industriale di Iseo, con un concerto che ospita una delle più famose formazioni del jazz nazionale in un omaggio al grande compositore e contrabbassista afroamericano Charles Mingus in occasione del centenario della nascita. La Lydian Sound Orchestra, formata nel 1989 dal compositore-arrangiatore, direttore artistico, musicologo e docente Riccardo Brazzale è senza dubbio la più apprezzata medium-band nel campo del jazz italiano degli ultimi anni. Nel corso della serata a Brazzale verrà consegnato il Premio Iseo alla carriera nella sezione musicisti, mentre tra gli operatori il premiato sarà Corrado Beldì, infaticabile promoter del progettuale festival Novara Jazz e Presidente di I-Jazz, l’associazione che riunisce più di settanta festival italiani di jazz e contribuisce in maniera determinante al riconoscimento e allo sviluppo di questa musica nel nostro paese. 

ISEO JAZZ - XXX edizione, da venerdì 1 a sabato 9 luglio 2022
Il programma

Venerdì 1 luglio
Palazzolo sull’Oglio, Accademia Vavassori, v    ia Kennedy
Gemellaggio tra l’Accademia Vavassori e Iseo Jazz in occasione dei rispettivi trentennali.
Joyce Yuille quartet - American Songbook Today
Joyce Yuille (voce), Stefano Calzolari (pianoforte), Marc Abrams (contrabbasso), Marco Frattini
(batteria).
Enrico Intra piano solo - La via italiana al jazz
Enrico Intra (pianoforte).

Sabato 2 luglio
Palazzolo sull’Oglio, Casa della musica, piazzale Dante Alighieri 2
Milano C-Jazz Band diretta da Enrico Intra
Solisti: Emilio Soana, Marco Mariani (trombe), Humberto Amesquita (trombone), Giulio Visibelli,
Marco Visconti Prasca (sassofoni), Mario Rusca (pianoforte), Marco Mistrangelo (contrabbasso),
Tony Arco (batteria) e gli studenti dei Civici Corsi di jazz di Milano.
Luca Missiti direttore aggiunto.
Premio Giachero.
Progetto speciale del festival in collaborazione con MIDJ, SIENA JAZZ e MUSICA OGGI.
Fabrizio Bai trio - Per Alessandro Giachero
Fabrizio Bai (chitarra 7 corde), Andrea Libero Cito (violino), Giacomo Rossi (contrabbasso). 
Progetto speciale del festival.

Domenica 3 luglio
Sale Marasino, Ex Chiesa dei Disciplini, via Provinciale
Carlo Morena piano solo - Looking Back, Looking Ahead
Carlo Morena (pianoforte).

Giovedì 7 luglio
Iseo, sagrato della Pieve di Sant’Andrea, piazza del Sagrato 7
Enrico Pieranunzi piano solo - Unlimited
Enrico Pieranunzi (pianoforte).

Venerdì 8 luglio
Iseo, Lido di Sassabanek, via Colombera 2
Monday Orchestra feat. Fabio Morgera
Omaggio a Miles Davis: Birth of The Cool e altri classici
​Fabio Morgera (tromba solista), Emilio Soana (tromba), Giancarlo Mariani (flicorno), Andrea
Andreoli (trombone), Alberto Introini (tuba), Andrea Ciceri (sax contralto), Gilberto Tarocco (sax
baritono),  Antonio  Vivenzio   (pianoforte),   Marco   Mistrangelo   (contrabbasso),   Francesco   Meles
(batteria). Luca Missiti: direzione.

Sabato 9 luglio
Iseo, porto industriale
Lydian Sound Orchestra
Charles Mingus cent’anni dopo
Progetto speciale del festival
Robert Bonisolo (sax tenore e soprano), Mauro Negri (sax contralto e clarinetto), Rossano Emili
(sax   baritono   e   clarinetto   basso),   Gianluca   Carollo   (tromba   e   flicorno),   Federico   Pierantoni
(trombone), Glauco Benedetti (bassotuba), Marcello Abate (chitarra), Marc Abrams (contrabbasso),
Mauro Beggio (batteria). Riccardo Brazzale (direzione, arrangiamenti e pianoforte).
Consegna del premio Iseo Jazz alla carriera a Riccardo Brazzale e Corrado Beldì.

Tutti i concerti inizieranno alle 21 e saranno a ingresso libero. 
In caso di pioggia, i concerti di Iseo si terranno al Castello Oldofredi.

 

Vota l'articolo: 
Average: 5 (1 vote)