Aics: un presidente bresciano

Mario Gregorio è la nuova guida dell'Associazione Italiana Cultura e Sport
Ritratto di Redazione
Mario Gregorio è il secondo da sinistra

Mario Gregorio è stato eletto nell’ufficio di presidenza dell’Aics. Un risultato di rilievo e di prestigio per il dirigente bresciano, che non solo in occasione del recente Congresso è stato rieletto nella Direzione Nazionale, ma è entrato a far parte dell’ufficio di presidenza che avrà il compito di portare avanti il cammino dell’Aics in tutta Italia insieme al presidente, l’on. Bruno Molea.
L’importante nomina è maturata lo scorso venerdì 17 maggio al termine della riunione alla quale hanno partecipato i massimi organi nazionali dell’Aics che hanno così voluto tributare un riconoscimento più che significativo all’intenso cammino portato avanti dallo stesso Gregorio in tutti questi anni. Mario Gregorio, per diversi anni impegnato in campo amministrativo, sia a livello pubblico che privato, è diventato presidente del Comitato Provinciale di Brescia dell’Aics nel 1994, incarico che ha tenuto fino al 2009, quando è entrato a far parte della Direzione Nazionale (dopo aver fatto parte del Consiglio Nazionale dal ’96).
Un impegno sempre più intenso e caratterizzato da indiscutibili doti sia sul piano professionale che umano quello di Gregorio, che non solo ha portato il Comitato provinciale di Brescia ad essere uno dei più attivi ed importanti a livello nazionale, ma gli ha permesso anche di diventare il primo bresciano che nel corso di questi oltre cinquant’anni di vita dell’Aics ha potuto entrare a far parte dell’Ufficio di presidenza.
Proprio per questo la notizia delle sua nomina ha ricevuto numerosi attestati di stima da parte di diversi enti di promozione e società sportive che hanno sottolineato la qualità del lavoro svolto in questi anni dallo stesso Gregorio, augurandogli di poter continuare a far crescere i suoi programmi in favore dell’Aics.
Nel Consiglio Nazionale nominato dall’ultimo Congresso, in rappresentanza della Lombardia, sono stati eletti anche Mara Boldini, presidente del Comitato Provinciale di Brescia, Maria Canfarelli, presidente di Bergamo, Renato Bandera, presidente di Cremona,  e Maurizio Dura, ex presidente di Sondrio. Per un disegno futuro dell’Aics dipinto sempre di più con i colori della nostra provincia e della nostra regione.
 

L'articolo completo è su

Vota l'articolo: 
Non ci sono voti