Chiari celebra S. Faustino

Premi Civici e Messa Solenne in Duomo
Ritratto di mavi

Un anno fa, in extremis, il centro storico di Chiari aveva onorato in pieno la festa, con tanto di luna park e decine di iniziative. Quest'anno, come per le Quadre lo scorso settembre, la ricorrenza dei Santi Faustino e Giovita è stata una pallida serie di celebrazioni, per lo più a distanza.
Addio, dunque, almeno per quest'anno, alla classica fiera che invadeva con un grande spazio divertimenti il centro. Punto fermo della ricorrenza sono stati due momenti di oggi, 15 febbraio, entrambi blindati.
Per questo motivo, la cerimonia per la consegna delle Benemerenze Civiche si è tenuta a porte chiuse alle 9.30 in Sala Repossi. Erano presenti il sindaco Massimo Vizzardi, il presidente del Consiglio comunale Laura Capitanio, la Giunta e la commissione giudicatrice composta dai consiglieri comunali Cristian Vezzoli, Ermanno Pederzoli e Giuseppe Gozzini.
Quest’anno i riconoscimenti sono andati al drammaturgo e attore Achille Platto, narratore raffinato della brescianità, e a Giovanni Battista Volpi, presidente dell'associazione Mafalda impegnata a fianco di cittadini con fragilità.


La novità in assoluto è invece il premio anonimo che è stato indirizzato al benefattore che nel pieno della prima ondata donò 20 mila mascherine alla città. «Desiderando restare anonimo – ha spiegato Capitanio –, ovviamente non per gli uffici, questo donatore ha ricevuto personalmente a casa la targa di riconoscenza della nostra città».
Il momento solenne è stato alle 10.30 in Duomo, celebrato da monsignor Gian Maria Fattoni, seguito dal tradizionale scambio di doni tra il sindaco e il parroco. La tradizione vuole che la parrocchia doni al sindaco un mazzo di rose rosse con al centro un pugnetto di mimose. Al dono poetico fa da sempre eco il dono di sostanza del Comune, che anche quest'anno è stato un contributo per il restauro della chiesa cimiteriale della Beata Vergine di Caravaggio.
La fondazione Morcelli Repossi, da sempre aperta con iniziative a tema, quest'anno ha dedicato sul sito e sul profilo Facebook una mostra dedicata al carnevale fotografico immortalato da don Luigi Funazzi (scomparso nel 2000).

Vota l'articolo: 
Average: 5 (1 vote)