Ludriano al buio

Blackout di sette ore venerdì e ora i generatori. Chiusi ambulatori, farmacia e asilo
Ritratto di Massimiliano Magli

Incredibile quanto avvenuto nella frazione Ludriano durante il fine settimana. La popolazione ha subito su tutto il lato nord un black-out pauroso che ha messo fuori uso il funzionamento degli ambulatori medici, della farmacia e persino della scuola materna, oltre a decine di abitazioni e di imprese. Il tutto a partire da mezzogiorno di venerdì fino alle 19 della stessa giornata.


Tutto sembrerebbe legato a un clamoroso errore di posa delle infrastrutture di sottorete: sarebbe stato tranciato un passante cruciale per l'alimentazione elettrica. Il Comune ha coinvolto Enel Distribuzione ma la beffa è che purtroppo si è dovuto ricorrere ai generatori a gasolio, con un inquinamento atmosferico pauroso della frazione che dura da oltre 24 ore. Il generatore è stato infatti disposto in via XXV aprile a ridosso delle abitazioni, evidentemente l'unico punto utile per questo intervento. 

Il sindaco Marco Franzelli ha parlato di "una situazione complessa, ma monitorata costantemente. I generatori consentiranno di garantire il flusso di energia elettrica". 
Ora si tratterà di comprendere le cause reali di quanto accaduto.  
 

Vota l'articolo: 
Average: 5 (1 vote)