In trattore con un'ascia per uccidere la moglie

Bloccato dai carabinieri di Chiari un 54enne mantovano
Ritratto di roberto parolari

È partito dalla sua abitazione a bordo di un trattore armato di un’accetta per raggiungere la casa della ex moglie e ucciderla. A fermarlo ci hanno pensato i carabinieri che lo hanno intercettato e bloccato. Ora è finito in carcere. 
È quanto accaduto ieri tra Canneto sull’Oglio da dove l’uomo, un agricoltore mantovano di 54 anni con alle spalle già alcuni episodi di violenza domestica, è partito e Pontoglio, dove l’uomo è stato bloccato, non senza fatica, dai carabinieri della Compagnia di Chiari. L’obiettivo era la ex moglie, che con i figli abita a Palazzolo. 


Il 54enne, accecato dalla rabbia nei confronti della ex, ha prima affilato la sua ascia e poi è salito sul suo trattore per raggiungere Palazzolo e farla finita con lei. Il fratello ha cercato di fermarlo senza successo e allora ha deciso di avvertire i carabinieri della stazione di Viadana che hanno subito contattato i colleghi di Chiari.  
I militari della Compagnia di Chiari, con il supporto dei colleghi della stazione di Rudiano, si sono subito messi alla caccia del 54enne e lo hanno individuato proprio nel territorio clarense. Il 54enne non si è però dato per vinto e ha cercato di speronare le auto dei carabinieri per continuare nel suo folle progetto. Tutto si è concluso a Pontoglio, in via Molise, dove una betoniera stava bloccando la strada per lavori di manutenzione. L’uomo non si è fermato anche in questo caso e ha cercato spostare il pesante mezzo spingendolo con il suo trattore, ma non ci è riuscito. Poi ha tentato di fare retromarcia finendo per scontrarsi con una pattuglia dei carabinieri che gli ha bloccato la strada per porre fine alla sua fuga. 
I militari sono poi balzati sul trattore e lo hanno fermato, strappandogli l’ascia che aveva con sé. Dopo la convalida del suo arresto per il 54enne si sono aperte le porte del carcere. 

Vota l'articolo: 
Average: 4 (3 votes)