Concesio: lavori sul ponte che sovrappassa via Mazzini

La SP 19 sarà chiusa dal 27 novembre al 3 dicembre
Ritratto di roberto parolari

Dal 9 ottobre 2023 sono in corso i lavori di manutenzione straordinaria del ponte della SP 19 "Concesio - Ospitaletto- Capriano D/C" che sovrappassa via Mazzini, nel territorio del Comune di Concesio.
I lavori in appalto si sono resi necessari per il cattivo stato di conservazione del manufatto e, al fine di un adeguamento alle norme vigenti, verranno effettuati il ripristino delle strutture degradate ed interventi locali di rinforzo dell'impalcato e pile. Terminati i lavori sotto l’impalcato, ora si procede con l’adeguamento delle barriere di sicurezza e il rifacimento dell’impermeabilizzazione, dei giunti e delle pavimentazioni lungo la strada provinciale.
Se, fino ad ora, il cantiere si era svolto solamente in via Mazzini, per queste lavorazioni è necessario installare il cantiere sulla sede stradale della SP 19. Per ridurre al minimo i disagi alla circolazione, al posto di installare il cantiere prima su una corsia e poi sull’altra con la regolazione a senso unico alternato, si è deciso di ottimizzare i tempi lavorando per una settimana a traffico interrotto.
Per questo motivo la strada provinciale SP 19 "Concesio - Ospitaletto - Capriano D/C" verrà chiusa al transito a partire dalle 6 del 27 novembre fino alle 18 del 3 dicembre dalla rotatoria all’intersezione con via Zammarchi fino alla rotatoria di via Europa a Concesio.
Il traffico verrà deviato diversificando quello dei mezzi pesanti da quello delle automobili: le vie Zammarchi, via Nicolini nel Comune di Concesio e via Veneto saranno percorribili in entrambi i sensi di marcia per un flusso prevalentemente di automobili, mentre la ex strada provinciale SPBS 345 “delle Tre Valli” sarà il percorso indicato per i mezzi pesanti.
Proprio per fare in modo che i mezzi pesanti non si trovino sulla SP 19 in direzione Val Trompia verranno disposte indicazioni: in autostrada A4, dando l’indicazione di uscita a BS OVEST in modo che possano percorrere la tangenziale ovest di Brescia e la ex strada provinciale SPBS 345 “delle Tre Valli”; all’uscita del casello autostradale di Ospitaletto in modo che siano deviati lungo la tangenziale Sud di Brescia; all’intersezione della SP 19 "Concesio - Ospitaletto - Capriano D/C" con la SPBS 510 "Sebina Orientale" per il traffico proveniente dalla Valle Camonica in modo che prosegua lungo la SPBS 510 "Sebina Orientale" e la tangenziale Sud di Brescia.
«In accordo con il Comune di Concesio – ha dichiarato il Consigliere delegato ai Lavori Pubblici e alle Strade, Paolo Fontana - stiamo lavorando per ridurre al minimo i disagi di cittadini, automobilisti e autotrasportatori mentre interveniamo per rendere più sicuro un ponte che versa in cattive condizioni. Le deviazioni e i percorsi consigliati saranno ben indicati con apposita segnaletica. La Provincia ha provveduto a segnalare la temporanea chiusura del ponte a Google Maps, in modo che coloro che non conoscono la zona possano adeguarsi ai percorsi consigliati, e gli Uffici sono in contatto anche con Autostrade per l’Italia affinché, anche sulla A4, venga segnalato che i mezzi pesanti che intendono raggiungere la Valtrompia devono uscire al casello di Brescia Ovest. L’attenzione sulla chiusura della SP19 è molto alta e la situazione del traffico verrà costantemente monitorata: anche la Polizia Provinciale supporterà la Polizia Locale nella gestione della viabilità. Inoltre, dal sito internet della Provincia è possibile scaricare la mappa in PDF con tutte le indicazioni, sia per le auto sia per i mezzi pesanti. Stiamo facendo il possibile per limitare il più possibile il disagio che, inevitabilmente, si creerà e tutti lavoreremo per ridurre i tempi previsti per la riapertura».
«Si avvicina la settimana di chiusura della Sp 19 per lavori che, come sappiamo, non sono più rinviabili – ha commentato il Consigliere provinciale Giacomo Zobbio -. Al netto di alcuni inconvenienti sul traffico, che saranno inevitabili, non per questo si resta ‘con le mani in mano’, anzi! Proprio per evitare ingorghi, sono state valutate tutte le scelte possibili per evitare che questi lavori danneggino eccessivamente la viabilità valtrumplina, nulla è lasciato al caso. Tutti noi valtrumplini sappiamo che basta davvero poco per pregiudicare, e di molto, la fluidità di chi entra ed esce dalla Valtrompia. Ne abbiamo avuto alcuni esempi giusto di recente col semaforo a Sarezzo e i lavori in zona Cogozzo, senza dimenticare l’incidente a Crocevia o la povera ragazzina investita a Concesio. Vari esempi che dimostrano la necessità di una viabilità alternativa con la bretella della Valtrompia, ma questo è un discorso ben più ampio. Per quanto riguarda questi lavori, ho fiducia nella consapevolezza dei valtrumplini che, pur inevitabilmente colpiti da questi disagi, guarderanno al quadro generale di questi lavori e al fatto che risultano propedeutici anche in ottica di realizzazione della bretella autostradale della Valtrompia. Come ricordo sempre, se ci sono disagi è perché le opere si fanno. Dunque un po' di pazienza è il rovescio della medaglia, ma certamente si può dire che la pazienza sarà certamente ripagata».

Vota l'articolo: 
Non ci sono voti